Piccolo arazzo


Appena terminato, su telaio a cornice.

Tutti i filati (lana) sono stati tinti con colori naturali: robbia per il rosa, licheni per il giallo, fitolacca per il porpora, legno campeggio per il blu.

Just finished, on a frame loom. All yarns  (wool) were naturally dyed: madder for pink, lichens  for yellow, pokeweed for purple, logwood for blue.
Lana di The Wool Box, robbia di Terraeblu, legno campeggio da Associazione Colore e Tintura Naturale M.E.Salice licheni dalla Val D’Aosra, fitolacca raccolta dietro casa.

Ispirato alle opere di Maryanne Moodie.

Proseguiamo con le tinture…


image

Ho provato a tingere delle sciarpe di chiffon (le ho trovate da Hobbyseta) con colori naturali.

image

Dall’alto: legno campeggio  (un bel viola carico), bucce di cipolla dorata, fitolacca. Solo con il legno di campeggio ho fatto la mordenzatura con allume, con gli altri colori ho usato aceto. La fitolacca e’ stata usata a freddo (teme il calore, diventa di una tonalità aranciata)

image

e questo e’ stato fatto con legature tipo shibori.

Ora devo verificare la resistenza al lavaggio….

Tintura naturale 3


image

La luce artificiale non rende giustizia ai colori….
Da sinistra a destra: cipolla dorata (1, 2 e 3) , carciofi (4 e 5), riso nero Venere (6 e 7), fitolacca (8 e 9).

La fitolacca (raccolta nel parco cttadino a settembre) a freddo con aceto dà uno  splendido fucsia…..ma con la bollitura tinge la lana di un color albicocca.

tintura naturale 2


mentre ero in cucina preparando dei carciofi mi è venuta un”idea…. ho fatto bollire le foglie  che stavo per  buttare via.
Il colore non è un risultato gran che, una sorta di giallino smorto che è poi virato al marrone. Senza troppa convinzione ho messo nell’intruglio un pò di lana appena mordenzata  (poco) con aceto e l’ho lasciata a bagno tutta notte (aggiungendo un pò di bicarbonato) e al mattino…….SORPRESA !

image

image

….uno splendido verde smeraldo. Peccato che la lana non abbia preso molto, è comunque un bel verde delicato (al prossimo post le foto)